.
Annunci online

  fabioboccuni
 
Diario
 



29 giugno 2011

Presentazione Libro Malafede


Venerdì 1 Luglio alle ore 19

presso Torretta di Piazza Capelvenere- II piano


In occasione della Festa del PD di Acilia


Incontro con

Maurizio Cotrona

autore del romanzo


Malafede

(Lantana editore)



«Coraggioso romanzo di un 38enne tarantino che ruota intorno alla ricerca della felicità, ossessione del protagonista, travolto dalla liquidità delle cose». Filippo La Porta, XL La Repubblica


«Malafede, un romanzo necessario, aggrappato con le unghie al presente eppure anche lieve e inquietante come una profezia». Marco Lodoli, La Repubblica


Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. cotrona malafede pd acilia boccuni

permalink | inviato da fabioboccuni il 29/6/2011 alle 19:38 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa


3 maggio 2011

Nucleare in Italia: nuova frontiera o scelta obsoleta?

Il Circolo del Partito Democratico di Acilia, in collaborazione con il Circolo di Axa-Palocco, promuove - per il giorno 5 Maggio alle ore 18 - un incontro dal titolo:
"Nucleare in Italia, nuova frontiera o scelta obsoleta? - Un confronto necessario di cui il Governo ha paura" con Stella Bianchi,Responsabile Ambiente PD Nazionale e Valter Cirillo,giornalista di NuclearNews.

L'iniziativa si terrà presso i locali del Circolo di Axa-Palocco,in Piazza Filippo il Macedone 89, presso il Centro "Le Terrazze" a Casalpalocco. Il Circolo si trova al terzo piano sopra al Carrefour.

Sarà un momento di schietto confronto sul Nucleare, le sue potenzialità e i suoi limiti. Il filo conduttore del dibattito sarà che non ci si può sottrarre a una tale discussione con la scusa che l'opinione pubblica non è consapevole di scegliere a causa del coinvolgimento emotivo generato
dall'incidente di Fukushima. La cultura politica di questo Governo è quella di cambiare le regole del confronto democratico a seconda dei propri scopi e delle proprie strategie.
Questo atteggiamento, già risultato dannoso in molte occasioni, oggi rappresenta uno schiaffo alla nostra intelligenza.

Incontriamoci per parlarne insieme.


Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. nucleare pd acilia palocco

permalink | inviato da fabioboccuni il 3/5/2011 alle 10:35 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa


18 gennaio 2011

La mobilità nel XIII Municipio




permalink | inviato da fabioboccuni il 18/1/2011 alle 16:3 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa


11 dicembre 2010

Casa Pound se ne va. Il degrado resta.

E' di stamane la notizia che Casa Pound ha abbandonato il locale commerciale che aveva occupato a Piazza Capelvenere. Nei giorni scorsi il Circolo del Partito Democratico di Acilia aveva denunciato il fatto e chiesto l'immediato sgombero di un'occupazione che, per il luogo scelto, aveva tutta l'aria di una provocazione. Piazza Capelvenere è un luogo denso di simboli antifascisti ed è il simbolo del tentativo di rinascita di questa parte della periferia romana.  Nei mesi scorsi il Partito Democratico aveva lanciato una mobilitazione contro il degrado e aveva segnalato alcune proposte per riqualificare la Piazza:

 - Abbattimento dei canoni di affitto, perché il mercato ha dimostrato che nonsono sostenibili.Locazione dei negozi chiusi

 - Riparazione della vetrata artistica del Maestro Dorazio (costo stimato dallasoprintendenza comunale 24.000,00 euro) accensione delle luci interne notturneper esaltarne la bellezza e riparazioni dell’illuminazione artistica esterna.

 - Istituzione sosta oraria nelle strade a perimetro della piazza.Un intervento di manutenzione straordinaria e di decoro urbano

- Trasferimento di uffici municipali negli spazi liberi, o Istituzione di una bibliotecacomunale del piano superiore ala Est (quella verso Roma)Riorganizzazione della viabilità e della sosta attraverso lo strumento del progettodel secondo lotto (in particolare spostamento della viabilità della Via dei Romagnolisull’area attualmente occupata dall’aiuola centrale e destinazione della attuale sededella Romagnoli quale area di posteggio a servizio della piazza).

- Miglioramento degli attraversamenti pedonali da e per la stazione.Realizzazione di iniziative ludiche e culturali nella piazza e nella sala polivalentedella piazza

- Apertura postazione ARES 118


Ad oggi dal centrodestra non è arrivata alcuna risposta. La loro responsabilità politica è evidente. Come è ormai evidente che il problema di Alemanno e Vizzani è dare risposte individuali a coloro che li hanno sostenuti piuttosto che risposte collettive che possano migliorare le condizioni di vita di tutti i cittadini. Parentopoli all'Atac e all'Ama, le somme urgenze senza appalti pubblici, la Formula 1 all'Eur, sono solo alcuni esempi di una gestione che trascura i bisogni della collettività in nome di una visione privatistica e familistica del potere.

 Domenica 12 Dicembre alle ore 16 saremo comunque in Piazza per ricordare Lido Duranti, per testimoniare la vivacità delle forze antifsciste sul territorio e per chiedere la riqualificazione di Piazza Capelvenere.




29 novembre 2010

PD XIII Municipio: in attesa dei risultati ufficiali




C'è grande attesa per la decisione della Commissione Provinciale per il Congresso sul ricorso presentato nei confronti del Circolo di Stagni-Madonnetta, a cui si contesta che il risultato del congresso sia stato falsato da un'errata comunicazione agli iscritti delle date di svolgimento delle operazioni di voto. Il risultato è stato, infatti, di 132 voti a favore di uno dei candiati, Andrea Storri, e 0 per l'altro candidato, Marco Belmonte.

Se il ricorso dovesse essere vinto, Marco Belmonte diventerebbe il nuovo coordinatore del Partito Democratico del XIII Municipio poichè Marco, che ha già conquistato la maggioranza dei delegati dei circoli all'Assemblea Municipale, otterrebbe così anche il maggior numero di voti validi.

Nel frattempo, nei circoli del Pd freme l'attesa per scoprire chi sarà il nuovo coordinatore Municipale e poter così cominciare a lavorare tutti insieme per Roma e per l'alternativa.






Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. storri belmonte PD XIII ricorso congresso

permalink | inviato da fabioboccuni il 29/11/2010 alle 22:42 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa


11 marzo 2010

Con Enzo, per vincere ancora



E' con immenso piacere che vi invito a partecipare a questa iniziativa con il consigliere regionale del  PD Enzo Foschi, candidato alle Regionali 2010.
L'iniziativa si svolgerà il 14 Marzo alle ore 18 presso il Bocciofilo S. Francesco,(Clicca qui per la mappa) in via Giuseppe da Galliate ang. Via A. Da Garessio, a Villaggio San Francesco (Acilia).

Enzo si candida a governare di nuovo la Regione Lazio e ha bisogno di tutto il nostro appoggio per dimostrare che la buona politica, quella fatta di persone serie e oneste che lavorano ostinatamente sul territorio e con le persone, è determinante per costruire un Paese migliore.

Per questo Domenica vi aspetto numerosi, per dire a Enzo che siamo con lui oggi come lui è stato
vicino a tutte le battaglie che abbiamo combattuto negli ultimi anni.

Un saluto a tutti, Fabio Boccuni.

L'incontro è aperto, potete portare chi volete.
Per scoprire qualcosa in più su di lui,
vi consiglio d vedere i video su:

http://www.enzofoschi.it/


Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. regionali 2010 enzo foschi

permalink | inviato da fabioboccuni il 11/3/2010 alle 3:42 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa


12 settembre 2009

La campagna congressuale entra nel vivo

E a Ostia vi segnalo questo appuntamento per comprendere meglio
le ragioni del nostro sostegno a Bersani. Sarà presente Rosy Bindi, il
candidato alla segreteria regionale del PD Mazzoli e due personalità come
Montino e Ciani che hanno legami molto forti con il nostro territorio.


Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. bersani congresso partito democratico

permalink | inviato da fabioboccuni il 12/9/2009 alle 10:52 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa


3 giugno 2009

Nel XIII municipio, noi votiamo così




permalink | inviato da fabioboccuni il 3/6/2009 alle 14:27 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa


12 maggio 2009

Fassino apre la Campagna Elettorale Europee 2009 nel XIII Municipio




permalink | inviato da fabioboccuni il 12/5/2009 alle 10:51 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa


7 marzo 2009

Pluralismo riformismo, identità del PD

Dopo l'acceso dibattito di ieri sera, al Circolo PD di Acilia con Federica Mogherini, ho sentito il bisogno di scrivere una riflessione sui temi principali che sono stati trattati.

Dopo le dimissioni di Veltroni si rende necessario un riposizionamento del Partito Democratico rispetto al corpo elettorale. Negli ultimi mesi abbiamo spesso dato l’impressione di inseguire un astratto voto moderato, spesso confuso con la compagine cattolico-democratica. Quello di cui abbiamo bisogno, invece, è comprendere a fondo le istanze della classe media, che oggi è priva di rappresentanza politica.

 

La classe media, oggi, ha bisogno di una guida riformista. Anche chi vede nel PD non degli interessi specifici ma un’idea-Paese della quale il nostro partito è al servizio, deve riconoscere che il Riformismo è l’unica alternativa praticabile al populismo demagogico delle destre.

Fra le tante accezioni di riformismo ci piace ricordare quella secondo la quale è Riformista chi guarda a una società diversa, più equa e più giusta per tutti, da attuarsi mediante riforme graduali, senza stravolgimenti radicali. E’ un’ottica pragmatica, che ingloba un principio di precauzione necessario. Gli esperimenti sociali possono avere conseguenze drammatiche, se non si controllano continuamente gli effetti delle proprie politiche. E questa è l’unica accezione di moderatismo che accettiamo.

 

Sia il nostro Riformismo una strategia di lungo periodo. Berlusconi dà l’impressione di fare delle riforme ma la sua pratica ci ricorda il motto della Sicilia ottocentesca del gattopardo, “cambiare tutto per non cambiare niente”. Fare riforme non significa produrre leggine che cambiano pezzi marginali dei vari settori della società per lasciare intatto quell’apparato di potere che da tantissimi anni consuma e logora il cuore d’Italia. Basti pensare che oggi come quasi vent’anni fa, sono politicamente attivi due residuati di Tangentopoli come Di Pietro e Berlusconi, i principali protagonisti di quella vicenda politica per capire come sia necessario far ripartire una società altrimenti ferma, immobile, paralizzata nei suoi rapporti di forza.

 

Con l’assegno di disoccupazione per tutti il Partito Democratico ha lanciato un segnale chiaro, inequivocabile: chi perde il lavoro non ha colore, non deve avere maggiori o minori tutele a seconda che sia precario o a tempo indeterminato, a seconda che alle spalle abbia una famiglia economicamente forte o una famiglia che vive il suo stesso dramma. Con l’assegno di disoccupazione si darebbe finalmente una speranza a tutti i giovani e meno giovani che sono stati inseriti nel mondo del lavoro con le nuove forme contrattuali e si lancerebbe un messaggio chiaro: non siete lavoratori di serie B! Se questa non è più l’Italietta del posto fisso allora è venuto il momento in cui lo Stato si faccia carico dei lavoratori-fantasma, che scontano già nella quotidianità il fatto di non avere tutele e si troveranno in difficoltà serissime.

E’un governo irresponsabile quello che crede di scaricare tutto il peso della crisi sulle tasche delle famiglie, già abbondantemente prosciugate dall’inflazione degli ultimi anni.

 

Questa chiarezza non si perda in altri campi e su altri temi, come quelli etici. Non accada mai più che, su un provvedimento come il testamento biologico, il partito appaia più diviso di quanto non lo sia. Non possiamo dare adito a chi sta giocando la sua partita politica contro di noi di cavalcare l’onda lunga dell’indecisione, dei dubbi all’interno del gruppo. Si era riusciti ad arrivare a una versione condivisa dal 98% dei parlamentari. Eppure quel 2% residuale, integralista laico o cattolico che fosse, è riuscito a fagocitare l’attenzione dell’opinione pubbliche. Io, da militante, ho in bocca il sapore di una battaglia mancata, di non aver raccolto una chiara istanza riformista della società e di non averla saputa accogliere all’interno in nome di un finto pluralismo.

 

Pluralismo, infatti, non coincide con anarchia dei valori ma ha un significato profondo intorno al quale si può raggrumare l’identità del partito: chi non è pluralista a sua volta, chi non adotta una visione del mondo plurale, non può far parte della grande famiglia democratica.



sfoglia     maggio       
 

 rubriche

Diario
Biografia
Aforismi e pillole di lucidità
Nonsolovoto
Una politica nuova? Si può fare!

 autore

Ultime cose
Il mio profilo

 link

Blog letto 94269 volte

Feed RSS di questo blog Rss 2.0

Feed ATOM di questo blog Atom